I Confini del Diritto. Istituzioni e antagonismi -un sentiero di ricerca nella città di Roma

I Confini del Diritto. Istituzioni e antagonismi -un sentiero di ricerca nella città di Roma - di

Le istituzioni educative, culturali, artistiche sono poste oggi di fronte alla sfida di ripensare radicalmente i propri confini, fisici e disciplinari. La crisi ci ha mostrato, in questi anni, l’importanza della produzione di spazio. Contrariamente a chi lo aveva dipinto come liscio e attraversato soltanto da flussi, lo spazio globale si presenta segmentato, frammentato, continuamente riassemblato: zone economiche speciali, nuove enclave, inedite configurazioni istituzionali, linee transnazionali della produzione di sapere. Ad aver subito una profonda trasformazione non è solo lo spazio inteso nella sua fisicità, ma il significato e la funzione che storicamente gli sono stati assegnati nei processi conoscitivi così come nell’organizzazione del potere su scala globale.

Lo spazio non si presenta più come una premessa, un a priori o un contenitore. Sul piano strettamente giuridico, esso non è più uno schema rappresentativo o un mero campo di vigenza della norma statale. Lo spazio acquista una funzione produttiva, meglio, è causa ed effetto di una continua attività di produzione. Anche le istituzioni, a ogni livello, sono investite da questa dinamica. Le istituzioni educative, come quelle artistiche, hanno da tempo superato i confini del campus o del museo. Nella valorizzazione del sapere, non conta solo ciò che si produce, ma anche la sua estensione nello spazio e lo spazio che si crea producendo. Ecco perciò che la produzione di spazio diventa una posta in gioco decisiva per l’attività di ricerca e per la stessa teoria critica.

Detto altrimenti, lo spazio è nello stesso tempo un importante oggetto di ricerca e uno degli esiti di tale attività. Muovendo da tali considerazioni, diverse istituzioni, formali e informali, che abitano la città di Roma, hanno deciso di federarsi per tracciare un sentiero di ricerca. Federarsi per produrre, nella città, uno spazio del “tra” delle istituzioni, con l’ambizione di rimettere a verifica criticamente i confini di una disciplina, il diritto, e nello stesso tempo decostruire gli stessi confini che perimetrano tradizionalmente le istituzioni e che le spingono all’autoreferenzialità, separando la loro attività formativa e di ricerca dal tessuto urbano, dalle sue contraddizioni e dalle sue tensioni.

Indagare il lato spaziale del diritto e realizzare un nuovo ambito di ricerca, intrecciando saperi in luoghi pubblici diversi, sperimentando modalità differenti di incontro, dal confronto “a due” alla tavola rotonda. Oltre all’evento pubblico, grande attenzione è data ai momenti di approfondimento e di preparazione ai vari incontri: un laboratorio sul diritto da intendere come un modo, tra gli altri, per ridisegnare la città che abitiamo.

Con Étienne Balibar, Pietro Costa, Giuseppe Duso, Luigi Ferrajoli, Maria Rosa Ferrarese, Hanspeter Kriesi, Luigi Lacchè, Giacomo Marramao, Sandro Mezzadra, Chantal Mouffe, Antonio Negri, René Rhinow, Raúl Sánchez Cedillo, Pierangelo Schiera, Gunther Teubner.

Seminario promosso da Istituto Svizzero di Roma, LUM – Libera Università Metropolitana, Fondazione Lelio e Lisli Basso-Issoco, Dipartimento di Scienze Giuridiche – La Sapienza.

Programma

Il federalismo oltre lo Stato
con Giuseppe DusoRené Rhinow

Giovedì 29 gennaio, ore 17.00 – Laboratorio
Istituto Svizzero di Roma
Giovedì 05 febbraio, ore 17.30 – Dibattito
Istituto Svizzero di Roma

Lo stato dello Stato
con Antonio NegriPierangelo SchieraGiacomo Marramao

Giovedì 05 marzo, ore 17.00 – Laboratorio
Istituto Svizzero di Roma
Giovedì12 marzo, ore 17.30 – Dibattito
Esc Atelier Autogestito, Via dei Volsci 156

La cittadinanza oggi
con Étienne BalibarPietro Costa

Giovedì 26 marzo, ore 17.00 – Laboratorio
Istituto Svizzero di Roma
Mercoledì 1 aprile, ore 17.00 – Dibattito
Fondazione Lelio e Lisli Basso Issoco, via della Dogana Vecchia, 5

Il ruolo delle Costituzioni tra storia e diritto
con Gunther TeubnerMaria Rosaria FerrareseLuigi Lacché

Giovedì 16 aprile, ore 17.00 – Laboratorio
Istituto Svizzero di Roma
Giovedì 23 aprile, ore 17.30 – Dibattito
Aula Calasso, Facoltà di Giurisprudenza – La Sapienza, Piazza Aldo Moro

Il laboratorio dell’America Latina. Movimenti, governi e pratiche del comune
con Sandro MezzadraLuigi Ferrajoli

Giovedì 30 aprile, ore 17.00 – Laboratorio
Istituto Svizzero di Roma
Giovedì 07 maggio, ore 17.30 – Dibattito
Biblioteca del Senato, Palazzo della Minerva, Piazza della Minerva, 38

Democrazia diretta, democrazia rappresentativa, processi costituenti
con Raúl SánchezHanspeter KriesiChantal Mouffe

Giovedì 18 giugno, ore 17.30 – Laboratorio
Istituto Svizzero di Roma
Venerdì 26 giugno, ore 17.30 – Dibattito
Istituto Svizzero di Roma